QUANTOTEMPO?

Logo Interiore_Esteriore

Quanto tempo?

L’essere umano ha sempre bisogno di definire, di tirare delle righe.

Chi è dentro è dentro chi è fuori è fuori.

Ciò che è prima non è dopo e viceversa.

Le linee definiscono e proprio per questo rassicurano, ma le linee nel loro definire rendono rigidi.

Avete mai osservato le formiche? Basta tracciare una linea ed esse pensavo al solo vederla che non sia valicabile. Rimangono lì a girare in torno in una enorme frustrazione.

Così come nelle nostre menti c’è un prima che non vogliamo lasciare e a cui spesso vogliamo tornare e un dopo che rifiutiamo quando è già lì davanti a noi, disponibile ad essere colto e vissuto come presente.

Rifiutiamo ciò arriva alla nostra porta perché è impossibile vederlo e coglierlo se siamo ancora voltati verso qualcosa che vogliamo a tutti i costi ma che sfugge tra le dita. Costi appunto. Ma quanto mi costi?

Spesso costa stress, soldi, rabbia, troppo spesso ci costa ANNI DI VITA e salute. La salute l’unica cosa davvero importante. E forse difficile capirlo davvero se non ti ha mai abbandonato.

Anni di vita. Anche a quelli non vogliamo pensare, belli splendidi e vincenti sempre, quindi non vogliamo pensare al fatto che il tempo dato non è infinito ma limitato.

Quindi quanto tempo serve?

Quindi quanti anni vuoi dedicare a questa compagna ma con cui la relazione non funziona più “ ripetendoti che tanto tutte le compagne prima o poi mi stuferanno”?.

Quanti anni vuoi dedicare a questa azienda nella quale entri al mattino con la nausea ripetendoti per giustificarti che “lavoro non se ne trova”.

Quanti anni vuoi dedicare a questa amicizia che da tempo non è più costruttiva?

Quanta vuoi resistere al cambiamento in atto nella nostra società in emergenza sanitaria. Non si tratta di resistere finchè tutto possa tornare come prima. Si tratta di CAMBIARE.

SIAMO GIÀ CAMBIATI che lo vogliamo o meno. Puoi resistere rigido come un manico di scopa e spezzarti o puoi surfarci sopra. A te la SCELTA.

QUANTO? Q.B.

Perchè potenzialmente tutto può accadere, anche un miracolo, ma il punto è: QUANTO del tuo tempo vuoi aspettare affinchè il mondo cambi come vuoi tu?

Prova a smettere di guardare le punte dei tuoi piedi e guarda poco più avanti: quella persona che hai incontrato per caso a una riunione, quell’amico con cui condividere una passione, quel lavoro che ti attira, quella palestra che attiva le lezioni all’aperto.

Sono lì, aspettano che tu li veda. Ma per farlo devi alzare lo sguardo.

Cancella la linea ed ESCI A FARE UN GIRO NEL PRESENTE.

Testo di Sara Zanette (psicologa e ingegnera).

Vedi anche: www.progettorefero.it

Scarica il formato PDF.

Venite a conoscerci:

Sara Zanette (psicologa e ingegnera)

Arcangelo Piai (fotografo)

Write a comment